Numero 40

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

L’ennesima frontiera
Il fornitore cinese di Ivanka Trump delocalizzerà tutta la produzione in Eetiopia. Mentre UNIDO, con 2,8 milioni di euro stanziati da Roma, avvia un progetto di cooperazione calzaturiera. La polemica si (ri)accende.
Il fronte etiope
Aggressivo e disinvolto, il Paese africano si candida a diventare protagonista del mercato calzaturiero. Ha un rapporto privilegiato con Pechino, stringe accordi di libero scambio con USA e UE, incassa soldi da Roma. Forza lavoro economica e pelle a volontà. Ma gli imprenditori italiani sono ancora scottati. Rabbia marchigiana.
“Ma per gli italiani è un’occasione”
Perché i calzaturieri del Belpaese dovrebbero approfittare (come si accingono a fare i colleghi da USA e UE) delle opportunità etiopi. Intervista a Bethlehem Tilahun Alemu. Esplorazione a stelle e strisce.
Adesso tocca alle griffe
Quando i consumi di lusso sembravano destinati a crollare sotto la minaccia del terrorismo, Contactlab diceva: “Invece il mercato crescerà”. Ora i fatti gli danno ragione. Di opportunità, anche se meno rispetto agli anni d’oro, ce ne sono. Sta alla moda saperle cogliere.
Credito esaurito
Per la manifattura italiana il rapporto con le banche rimane un problema: i calzaturieri hanno gli incubi e i pellettieri si lamentano. Ai conciatori (per ora) va un po’ meglio.
Salto di qualità
Stella McCartney con l’alternappa e l’ecocavallino. Armani, Kors e tanti altri, di lusso e non, con l’ecopelle. Il qualunquismo vegan dilaga. Il consumatore non smette di essere beffato.
Uno stivale falso
Un consumatore italiano su 4 ha comprato almeno un prodotto contraffatto. Abbigliamento, calzature e accessori tra le categorie più colpite. In fumo 6,9 miliardi di euro.
Fusione? No, grazie
Lotto e Stonefly stringono (ancora di più) i rapporti ed entrano nella dimensione dell’integrazione funzionale. Brand indipendenti e nessun esubero: “Ottimizziamo la struttura operativa”..
Gioielli e pelle
Il caso Isla Fontaine, brand che ai preziosi ha deciso di abbinare, per la prima volta, una collezione di borse accessibili, total made in Italy, in pelle al vegetale.
212.42 milioni di litri al giorno
Il Gange? “Un fiume pieno di cromo e non solo”, dice il National Green Tribunal. A New Delhi infuria la polemica ambientale, mentre il settore rischia di perdere il 40% della produzione. E non solo. Demonetisation suicide.

Il caso della settimana: I fondatori e i manager
Conceria piemontese cerca soci

 

 

 

 

 

 

Condividi sui social!

I commenti sono chiusi

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso