Aviteur, la valigeria di lusso di Patrizia Gucci (sì, quei Gucci)

Alcuni dei miei primi ricordi richiamano l’odore della pelle italiana e il ronzio dei laboratori Gucci con mio padre. Anche se mia madre non è del tutto sicura del perché sto facendo quello che sto facendo, sento davvero la presenza di mio padre”. Sono le parole di Patricia Gucci riportare dal New York Times. Dopo 20 anni di assenza dal business, torna nel lusso con Aviteur, brand di valigeria di fascia alta.

Lignaggio
Patricia è nipote Guccio Gucci, fondatore dell’omonima griffe, e figlia di Aldo. “Usare ufficialmente il cognome Gucci significherebbe vendermi in un modo che non voglio” ha detto l’imprenditrice al quotidiano statunitense.

Che pelle
Alla fashion week parigina, Patricia Gucci ha presentato Aviteur con una collezione composta da valigie made in Italy rivestite in pelle italiana intrecciata dal gusto un po’ retrò. Nel sito internet del marchio si legge che i pellami sono provenienti da concerie toscane e lavorate secondo il classico disegno della paglia di Vienna da una nuova generazione di maestri artigiani.

Come Tesla
Nella progettazione di Aviteur particolare attenzione è dedicata alle ruote e alla loro silenziosità: “Sono la Tesla delle ruote per il trasporto”, ha dichiarato Gucci . La custodia è disponibile in tre colori: nero, marrone chiaro e grigio. Le cuciture e l’assemblaggio sono fatte a mano. (mv)

Immagine da Aviteur.com

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati