Per JBS una nuova battuta d’arresto: rimandata a tempo indefinito l’IPO a Wall Street

0

Il gruppo JBS rimanda a tempo indefinito la quotazione della sussidiaria statunitense presso la Borsa di New York. L’operazione, immaginata con un’offerta pubblica iniziale di 500 milioni di dollari, non è stata cancellata dalle agende, ma congelata in attesa di condizioni più favorevoli. Per la famiglia Batista, che tramite la finanziaria J&F controlla il 42% della holding della carne, una nuova battuta d’arresto. Che rallenta uno dei piani più preziosi: quello di svincolare la società che gestisce le attività globali di JBS dalle difficoltà che il gruppo, in seguito all’esplosione del caso Lava Jato, affronta in patria.

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso