Solo coincidenze? A Parigi chiude il tempio della moda (Colette) e a NY apre il santuario della sneaker

0

Tempi che cambiano, sneaker che dominano. A Parigi chiude la storica boutique Colette, a New York apre Sneakersnstuff. E succede, guarda caso, lo stesso giorno:il 20 dicembre. Colette è stata il primo vero concept store della storia e per 20 anni è stata luogo di culto per gli amanti del fashion provenienti da tutto il mondo. I suoi numeri sono impressionanti: 8.600 marchi ospitati, 300 mostre, 400.000 tipologie di prodotti venduti, 2.080 vetrine e anche 37 compilation musicali. Lo spazio di 740 metri quadrati, suddiviso su tre piani, diventerà un monomarca Saint Laurent. Il negozio incassava, secondo i media francesi, circa 28 milioni di euro l’anno e ha chiuso perché la sua fondatrice, Colette Roussaux, si “è stancata e vuole uno stile di vita diverso, con più tempo libero a disposizione”. Dall’altra parte dell’Atlantico, a New York, inveceha aperto il negozio Sneakersnstuff che per 20 anni (gli stessi di Colette) è stato il punto di riferimento dei fanatici delle sneaker in Europa, a Stoccolma, Londra, Parigi e Berlino. “Abbiamo iniziato comprando scarpe a New York e riportandole in Svezia. New York è come una seconda casa per noi” ha spiegato a Footwear News il co-fondatore di Sneakersnstuff, Erik Fagerlind. Oltre alle centinaia di sneaker, all’interno del negozio da 325 metri quadrati, verrà allestito un bar che aprirà al pubblico all’inizio del 2018. (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso