Vivarte, si salvi chi può: i francesi vendono Chevignon e vorrebbero mettere sul mercato altre 3 insegne

0

Vivarte cede un altro pezzo e mette in vendita altre insegne. Il retailer francese, che sta pian piano vendendo i propri asset per tirarsi fuori dalla crisi, ha annunciato di aver avviato trattative esclusive per cedere l’etichetta di abbigliamento maschile Chevignon a un trio guidato dall’insegna calzaturiera francese Royer, insieme a due specialisti in “scarpa, moda e distribuzione”: Stéphane Collaert e Thierry Le Guénic. La cessione sarà finalizzata nel primo trimestre del 2019. Nel comunicato diffuso da Vivarte si legge che “se questa operazione si concretizzerà, gli acquirenti porteranno le proprie competenze per perseguire il riposizionamento strategico e il rilancio di Chevignon e, quindi, avviare una nuova partenza per il marchio francese. Questa vendita contribuirebbe al piano di riorganizzazione e rinascita del gruppo Vivarte attualmente implementato dal suo presidente Patrick Puy” dal 2017. Chevignon è noto per i capispalla in pelle e vende anche guanti, cinture e scarpe in pelle (queste ultime realizzate, in gran parte, in Portogallo), impiega 180 persone e ha realizzato un fatturato di 24 milioni di euro nell’esercizio chiuso il 31 agosto 2018. Il gruppo Royer cerca di ingrandirsi ancora dopo aver rilevato il marchio sportivo Hungaria nel 2017 e acquisito una quota di minoranza nel brand di sneaker Piola all’inizio di quest’anno. La dismissione di Vivarte non finirebbe qui. Se Patrick Puy aveva detto di non voler vendere e di puntare al rilancio con La Halle, Caroll, San Marina, Minelli e Cosmoparis, Vivarte, invece, ha annunciato ufficialmente ai rappresentanti dei dipendenti la messa in vendita di altre tre catene calzaturiere del suo portafoglio: San Marina (oltre 200 negozi), Minelli (220 punti vendita) e Cosmoparis (15 boutique). L’obiettivo è vendere entro il 2019 con tre percorsi separati. A questo punto, Vivarte manterrà almeno La Halle e Caroll? (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso