Marche: 4 anni di carcere per Hogan false

Nonostante il pm avesse richiesto una riduzione della pena, è stata confermata in appello la sentenza di primo grado per Floriano Perticarini, imprenditore di Sant’Elpidio a Mare, condannato a quattro anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata alla produzione e commercializzazione di calzature contraffatte con marchio Hogan. Perticarini è uno degli 11 imputati scaturiti dall’operazione Olympia 3000, portata a termine dal Gico della Guardia di Finanza nel luglio del 2009. Altri due imputati hanno patteggiato: Roberto Centinari, 52 anni di Fabriano, a un anno e dieci mesi di reclusione, e il marocchino Taai Toufik Mahdi, 41 anni, a due anni di carcere. Gli altri otto indagati (Stefano, Giuseppe e Adino Grisogani, rispettivamente di 38, 48 e 39 anni, Massimiliano Gallucci, 56 anni, Endrio Mancini, 41 anni ex assessore del comune di Montegranaro; Stefano Bordoni, 45 anni; Agostino Viola, 51 anni; Ciro Leccia, 33 anni) sono sotto processo avendo scelto il rito ordinario. Tod’s si è costituita parte civile. L’operazione era partita da un’indagine della Polizia Giudiziaria, con il sequestro di un carico di suole contraffatte dirette in Campania, scortate da documenti di accompagnamento riportanti ditte inesistenti. Furono sequestrate 50mila paia di scarpe per un valore superiore a due milioni di euro. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati