Hogan false: in 12 sotto processo a Fermo, tra i quali un ex assessore di Montegranaro

Si sono presentati in dodici ieri mattina davanti al collegio penale del Tribunale di Fermo per rispondere all’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione di 50mila paia di scarpe Hogan (valore stimato 2 milioni di euro) sequestrate nel 2011. Nell’inchiesta sono imputati uomini fermani e campani che collaboravano per la produzione delle calzature: Endrio Mancini, ex assessore di Montegranaro, Agostino Viola, Giuseppe Grisogani, Ciro Leccia, Floriano Perticarini, Stefano Grisogani. Adino Grisogani , Massimiliano Gallucci, Pietro Buratti, Taai Mahdi, Oreliano Vesprini e Stefano Bordoni. Alcuni di loro sono stati già condannati o hanno patteggiato la pena nell’altro filone del processo proveniente dalla Procura distrettuale di Ancona: Floriano Perticarini di Sant’Elpidio a Mare, condannato a 4 anni di reclusione e al pagamento di 45mila euro di multa, Toufik Tai a due anni e Roberto Centinari a un anno e due mesi, mentre la posizione di Pietro Buratti è stata stralciata. Al termine dell’udienza, il giudice Vitali Rosati ha rinviato ad aprile per affidare l’incarico ad un perito che avrà il compito di trascrivere le numerose intercettazioni telefoniche, molte delle quali in lingua moldava, in quanto il trasporto della merce contraffatta avveniva attraverso una rete di corrieri di fiducia che si muovevano lungo la tratta Moldavia-Italia. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati