I chimici a Simac Tanning Tech: primo giorno a 1.000, tra sinergie innovative e aspettative qualitative

Un primo giorno positivo. Grandi attese per le prossime ore. Sono le impressioni e le aspettative degli espositori del settore chimico presenti a Simac Tanning Tech, la fiera internazionale di macchinari e tecnologie per l’industria calzaturiera, pellettiera e conciaria in corso a Fieramilano Rho. “Oggi è la giornata clou” commenta Diego Cisco di GSC Group di Montebello Vicentino (Vicenza), secondo cui la prima giornata espositiva “ha rispettato l’andamento dell’ultimo anno, vale a dire in linea con il 2018 il che significa positivo”. Molto soddisfatti sono i responsabili di BASF, gruppo internazionale con sede a Ludwigshafen, in Germania: “Il primo giorno è andato molto bene, abbiamo incontrato molti clienti e ci aspettiamo di fare anche meglio nelle prossime ore” commenta Felix Willenbrink. “Abbiamo notato molto interesse per la nostra collaborazione con Analco (azienda spagnola di componenti per calzature, ndr) – conclude il manager – e il nuovo progetto Ultrasim, una simulazione attraverso la quale abbiamo sviluppato un inserto per calzature antitorsione in poliuretano e fibra di vetro più leggero”.  “Non ho numeri alla mano, per cui basandomi su un’impressione dico che forse il primo giorno è stato meno vivace di altre edizioni” commenta, invece, Massimo Gotti di Silvateam (San Michele Mondovì, nella foto lo stand a Simac Tanning Tech), che attende il secondo giorno con ottimismo e sottolinea che “in realtà ciò che conta è soprattutto chi entra nello stand più che quanti ne entrano”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati