Con ABCDior le borse di Maria Grazia Chiuri imparano l’alfabeto, con VRing Valentino parla digitale

Borse personalizzate, accessori con un tocco d’arte che le rende uniche. Le griffe cercano l’unicità attraverso le loro creazioni di pelletteria: se Dior punta sul progetto di customization “Express ABCDior”, Valentino valorizza la sua It Bag VRing grazie a una collaborazione con il luxury retailer Mytheresa.
Il codice Chiuri
La maison guidata da Maria Grazia Chiuri presenta anche in Italia il servizio DIY lanciato online per personalizzare gli accessori con lettere in metallo dorato, oro bianco, oppure ricami. Sulla classica borsa Lady Dior, Dior Book tote e Dior Camp, sui nuovi orecchini My ABCDior tribales, sulla sciarpa Mitzah oppure su bracciali, anelli o custodie per iPhone: l’alfabeto Dior è stato realtà fino al 3 aprile all’interno della boutique del marchio a Roma (in via dei Condotti) e lo sarà dal 6 al 15 aprile a Milano nello store di via Montenapoleone.
Il progetto di Piccioli
Il progetto che unisce l’arte e la moda di Valentino vede protagoniste le borse della sfilata primavera-estate 2019 disegnate dal direttore creativo Pierpaolo Piccioli e l’artista digitale britannico Thomas Webb. I modelli esclusivi della collezione VRing sono caratterizzati da un logo di dimensioni maxi rifinito in ottone antico dal sapore vintage, con un’estetica contemporanea data dalle forme pulite e una tavolozza di colori che spazia dal nero, al rosso, al beige. Le borse saranno lanciate sulla piattaforma Mytheresa a partire da maggio, con una campagna studiata ad hoc dall’artista e creativo inglese. (mvg)

Foto dai siti delle griffe

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati