Numero 39

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | LA LEZIONE DI DOLCE E GABBANA
Carta svelata
Jack Ma è un membro del Partito Comunista Cinese. La rivelazione alimenta dubbi su certi meccanismi dell’economia di Pechino: a iniziare dall’efficacia della campagna di boicottaggio di D&G
Quello che Pechino ci insegna
Una campagna pubblicitaria sbagliata può rovinare la reputazione di un brand e compromettere la sua posizione su un mercato chiave? Sì, può
Appetite for luxury
Con Pechino non si scherza. Mentre il mondo osservava lo scivolone di D&G, la holding Sitoy si è comprata le scarpe bolognesi di a.testoni e Fosun ci ha provato con Twin Set. Intanto Shandong Ruy sogna di essere LVMH

GLI ALTRI SERVIZI
La scelta giusta
La conceria è una manifattura energivora. Conceria Gaiera risponde investendo in un impianto fotovoltaico e, a poco più di un anno dalla sua installazione, tirando le somme di quanto gli permette, sotto vari aspetti, di risparmiare
Il caso Tigamaro
La pelletteria di Tolentino vince una causa contro un concorrente reo di avergli soffiato 8 dipendenti («con l’intento concreto di danneggiarla») formati all’interno della sua Academy
Salvare il salvabile
Ascot è l’associazione di ex studenti che sta cercando di recuperare quanto possibile del vecchio, storico Baldracco di Torino. Le aule? Occupate da 120 famigli sfrattate. L’archivio storico? Un mistero
Il percorso di Poletto Leathers
La conceria di Arzignano entra nel programma Elite di Borsa italiana e viene inserita dal London Stock Exchange nel ranking delle «1.000 aziende che ispirano l’Europa»
Addio Comandante
Era conosciuto così, per i trascorsi in Marina, lo stile rigoroso e il senso del dovere che portò nell’azienda di famiglia (la conceria piemontese Mesi) e nei tanti impegni associativi assunti. La pelle italiana dà l’ultimo saluto ad Adolfo Mattirolo. Aveva 95 anni
Lo stop è servito
La filiera della pelle indiana è in difficoltà: produzione in calo e import costoso. La chiusura obbligata del distretto di Kanpur complica ancora i piani

RUBRICHE e NOTIZIE
Il caso della settimanaInnovazione e legalità
Il numero 5,5%
L’affare – Tory Burch
Il lussoAnalisi finanziaria
#LaConceria125 – Il mese di gennaio
Couro Verde – Non riparte
Sogni bengalesi – Unità di filiera e due parchi industriali nuovi
Benefici collaterali – I prezzi australiani stabili grazie alla Cina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso