Numero 23

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

Anche d’estate
Pitti Uomo celebra la pelle come materiale di riferimento per l’estivo 2017. Ultrachic e leggerissima, sportiva e di altissima qualità, per zaini e biciclette: “La scegliamo per fare la differenza”. Calzatura: tutti al traino della sneaker.
CLEAR, si fa sul serio
Partner esteri e riconoscimento internazionale. Il tavolo promosso da UNIC per fare chiarezza sulle analisi chimiche sulle pelli entra nel vivo. Prossimo appuntamento, subito dopo Lineapelle (23 settembre).
Avanti, con cautela
A un anno dall’elezione a presidente di Assocalzaturifici, Annarita Pilotti traccia il bilancio di un 2015 complicato e annuncia che il 2016, salvo sorprese, non innescherà la ripresa. Intervista a 360 gradi su presente e futuro della scarpa italiana.
Riva in equilibrio
A Expo Schuh il volume cerca soluzioni per aggirare i problemi con mosca e trovare alternative competitive. Cinesi e indiani subiscono la concorrenza di chi costa meno di loro. Si affacciano le grandi catene di abbigliamento. Ex Alibaba promuovono servizio web B2B. Cina: addio margini.
Qui comando io
Il tribunale di Reggio Emilia mette in vendita il 60% di Baldinini posseduto da Antichi Pellettieri. «L’ultima parola è mia», dice l’imprenditore che cresce (anche in Russia) e non esclude di impegnarsi nell’acquisizione.
Pelliccia e prêt-à-porter
Mifur chiude i battenti. Si unisce a Mipap, salone del pronto moda, e dà vita a The One Milano. Primo appuntamento: febbraio 2017. Scarpella (presidente AIP): “Un’opportunità per crescere”.
Alibaba allo scoperto
Cosa pensa Jack Ma dei falsi articoli di lusso? “Sono migliori degli originali”. Il fondatore del colosso cinese dell’e-commerce, a un mese dallo scontro con le griffe, dice la sua sulla contraffazione…
Arrivederci al 2018
PwC certifica la crisi commerciale di Hong Kong: retail in calo del 4,4% quest’anno e del 1,5% nel 2017. Rpartenza prevista tra 24 mesi. I cinesi comprano in Russia, disertano Tokyo e, in viaggio, “comprano meno per trattarsi meglio”.
Il sorpasso di Belle
Il più grande calzaturificio del mondo non è più tedesco: Deichmann superato dal colosso cinese che, però, è alle prese con una violenta crisi.
Il caso della settimana: il lusso e il merito
Nasce Adient, società interni auto di Johnson Controls
Al tedesco Thomas Bee (Schafstall) la presidenza Cotance
Dall’Egitto al Kosovo, la concia mondiale studia il modello italiano

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso