Numero 29

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

Controtendenza theMicam
Edizione brillante a Fieramilano Rho (3-6 settembre). Più espositori e visitatori In crescita (compresi i russi). La congiuntura, però, resta complessa. Sneaker, prezzo, riduzione dei tempi di consegna e riassortimenti continui trasformano la produzione. Giovani calzaturieri a caccia di futuro.
Cuoio e celluloide
Alla Biennale del Cinema di Venezia presentato “Niente per Caso”, short fashion movie che promuove il marchio Cuoio di Toscana. Attrice protagonista: Caterina Murino.
Destini incrociati
Penisola iberica in subbuglio. Già finiti gli anni d’oro della scarpa spagnola e portoghesi prossimi a scavalcarla? I primi dati 2016 dicono di sì. Ecco perché. Il tocco di Luis Onofre.
La borsa alla riscossa
Mipel apre con interrogativi e chiude con aspettative. Dopo un buon 2015, i primi mesi dell’anno partono con numeri in chiaroscuro: export prodotti in pelle -3,03%. Ora serve l’intraprendenza dei pellettieri. I timori del piccolo commerciante (mondiale). Affari e idee.
La luce in fondo al tunnel
Per la pelletteria italiana, ora in difficoltà, si annuncia un quinquennio di crescita. Lo dice Euromonitor: +45% fino al 2021. Grazie alla Cina e alle borse da donna.
Il Dragone sospeso
La Cina è intrappolata in una congiuntura dai valori ambigui: tanti meno, ma anche qualche più. L’area pelle non fa eccezione e l’ultima edizione di ACLE Shanghai ne risente. Ma a Pechino non si preoccupano: “Così nasce la nuova manifattura”. Restrizioni, chiusure e delocalizzazioni.
Scienza. non fantascienza
In troppi parlano di “sostenibilità” in modo fantasioso. “Bisogna fare chiarezza”, dice il presidente AICC Ernesto Pisoni che sottoscrive la necessità di un approccio condiviso di filiera, “per aggregarsi attorno a idee vincenti”. Fame di formazione tecnica, continua soprattutto.
Conceria in lutto: addio a Gianmario Ramponi
Con i fratelli Angelo e Dino guidava Conceria Stefania, realtà d’avanguardia del panorama italiano e internazionale. Si è spento a 58 anni, lo scorso 24 agosto.

Il caso della settimana: il lusso e i Ceo
Per il TTIP sembra finita, il TTP non se la passa meglio

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso