Automotive: Lear chiude un 2018 positivo, ma il -5% dell’ultimo trimestre preoccupa

Il 2018 rallenta i guadagni di Lear. La multinazionale statunitense, leader mondiale nella fornitura di sedili per automobili e sistemi elettrici ed elettronici, ha chiuso il bilancio del quarto trimestre con vendite in calo del 5%, dai 5,4 miliardi di dollari registrati nello stesso periodo del 2017 a 4,9. Complessivamente, però, per Lear Corporation l’annata è stata positiva, con vendite in aumento di 600 milioni di dollari a 21,1 miliardi rispetto ai dodici mesi precedenti. “Nel quarto trimestre la produzione globale di veicoli è diminuita del 5% rispetto allo scorso anno, con la Cina in calo del 15%” ha commentato Ray Scott, presidente e ceo di Lear, sottolineando che “nonostante un contesto macroeconomico e industriale più sfidante, abbiamo fornito solidi risultati finanziari” dicendosi poi “entusiasta delle significative opportunità di crescita che abbiamo davanti”. Scott ha spiegato che nel corso del 2019 “il settore continuerà ad affrontare delle sfide” ma che Lear “è ben posizionata con due segmenti di business ad alte prestazioni che sono complementari e allineati con le tendenze chiave che guidano il futuro del settore automobilistico”. Nella foto, tratta da piemontefabbricheaperte.it, interno produttivo di Lear Corporation Italia.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati