Adidas: crescita (ma non negli Usa) e cessione di Rockport

I Mondiali di calcio dello scorso luglio, in cui ha trionfato la nazionale tedesca, sponsorizzata da Adidas, hanno contribuito alla crescita del 2% del bilancio 2014 della multinazionale specializzata in total look sportivo (14,8 miliardi di euro, con il brand Reebok che ha piazzato un +5%).  Herbert Hainer, amministratore delegato del gruppo, non ha fornito cifre specifiche, ma ha spiegato che è stata registrata una crascita in doppia cifra in Europa Occidentale, America Latina, Cina. Menzionate anche le prestazioni negative in Russia, ma non quelle negli Usa, dove Adidas non è più la diretta concorrente di Nike, essendo stata sopravanzata da Under Armour. Hainer ha anche annunciato che il marchio calzaturiero Rockport sarà ceduto a un consorzio formato da Berkshire Partners e New Balance per 280 milioni di dollari. Motivazione: “non centrale nel business sportivo di Adidas”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati