Africa: dominio cinese nella scarpa

La percentuale di crescita è impressionante: +63,4%. Riguarda il 2011 ed è stata confermata nella prima metà di quest’anno. Parliamo di calzatura ed esportazioni che partono dalla città di Wenling, provincia dello Zhejiang, e approdano in Africa, la nuova “terra promessa” dalla produzione economica cinese. Nel 2011 il fatturato di questo export ha sfiorato i 400 milioni di dollari e il suo costante incremento sta permettendo ai calzaturifici locali (che producono circa 200 milioni di paia all’anno, nella foto) di compensare le perdite derivante dal calo di ordinativi dei tradizionali mercati di riferimento. Da segnalare il fatto che la Cina non è solo un fornitore del retail in Africa, ma da anni ormai ha avviato progetti di investimento e delocalizzazione in alcune sue nazioni.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×