Antonio Brotini si dimette da presidente di Firenze Fiera

Antonio Brotini (nella foto), presidente e amministratore del calzaturificio Pakerson, lascia la presidenza del cda di Firenze Fiera. L’ex presidente Anci (oggi Assocalzaturifici) era da tempo al centro di attacchi da parte del Partito Democratico, che governa nel Comune di Firenze e in Regione Toscana. Le tensioni sul suo operato probabilmente riflettono il clima non proprio amichevole tra Matteo Renzi, sindaco di Firenze e segretario Pd, e il governatore Enrico Rossi. Proprio la Regione aveva indicato Brotini come proprio rappresentante nel consiglio di amministrazione dell’ente fiera, di cui facevano parte anche Leonardo Sorelli, Salvatore De Lio, Mauro Fancelli, Massimo Bandini e Riccardo Marini. Le dimissioni di Brotini, riportano gli organi di stampa toscani, sarebbero state presentate ieri sera con un lettera indirizzata al collegio sindacale della società. Immediato il commento dell’assessore comunale al bilancio e alle partecipate, Alessandro Petretto: “Nel corso delle frequenti riunioni con soci l’Amministrazione Comunale, da me rappresentata, ha più volte indicato l’opportunità di procedere all’immediato ricambio dell’attuale Consiglio di Amministrazione, nella convinzione che la fase di rilancio dovesse essere gestita da una nuova compagine non coinvolta con i risultati negativi della società degli ultimi anni”. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati