Ara, Ecco e Gabor: nuovi investimenti portoghesi

Ara, calzaturificio tedesco, è in procinto di assumere 50 operai da aggiungere ai 320 già impiegati presso il suo stabilimento portoghese di Seia, avviato nel 1974. L’obiettivo è raggiungere la manifattura di due milioni di paia, 600.000 in più rispetto alla capacità produttiva attuale. L’investimento è pari a circa 3 milioni di euro. “La produzione quotidiana a Saia – spiega l’azienda – crescerà da 3.500 a 6.500 paia grazie anche ad alcune innovazioni che renderanno la fabbrica piú avanzata tecnologicamente e in grado di produrre una serie diversificata di modelli”. Ara in Portogallo produce anche dieci milioni di suole e vende oltre sette milioni di scarpe in sessanta Paesi, per un fatturato di 202 milioni di euro. Come Ara, anche i danesi di Ecco hanno recentemente annunciato l’ampliamento della fabbrica situata a Santa Maria da Feira, dove saranno assunti altri 300 operai, per arrivare a un totale di  circa mille. Stessa strategia per Gabor, che ha investito due milioni e mezzo di euro per rinnovare gli impianti di Silveiros. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati