Baldinini: nuovo stabilimento rallentato dalla burocrazia

Seppure in versione slow, prosegue l’iter amministrativo che porta alla realizzazione del nuovo stabilimento di Baldinini a Savignano sul Rubicone. Il Comune ha approvato il progetto esecutivo redatto dai tecnici dell’azienda che prevede la realizzazione delle opere pubbliche per la somma di 850mila euro. Opere  a carico della Baldinini, che contemplano la costruzione di due piste ciclabili, una rotatoria e i relativi servizi (illuminazione, fognature e altro). Tutto questo a fronte della possibilità di edificare uno stabilimento di 6000 metri quadrati vicino all’attuale sede. Se le opere pubbliche possono partire, restano da risolvere alcuni snodi burocratici per la costruzione del capannone: l’autorizzazione edilizia ancora non è stata rilasciata in quanto mancherebbero alcuni documenti, fanno sapere dal Comune. E proprio su questi continui inghippi è sbottato Gimmi Baldinini alcuni giorni fa: “In Italia i veri padroni sono i burocrati che devono giustificare la loro presenza a ogni livello e possono farlo solo mettendo i bastoni tra le ruote a ogni iniziativa senza preoccuparsi delle conseguenze per l’economia”. (ff)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati