Brasile: scivola la calzatura

Abicalçados, l’associazione dei calzaturifici brasiliani, ha comunicato che la produzione nazionale è calata del 4,7% da gennaio a ottobre 2014, mentre il fatturato ha subìto una contrazione dello 0,9%. “Dopo un primo semestre stabile – ha commentato il presidente Heitor Klein – la seconda parte dell’anno è stata negativa, anche a causa della domanda interna, che ha causato anche un calo dell’import del 3,1% nei primi undici mesi. Il campionato del mondo di calcio ha bilanciato gli incassi di altri settori, mentre l’economia nazionale ha risentito del clima di incertezza dovuto alle elezioni”. Klein ha anche previsto un calo dell’export della scarpa dovuto “ai problemi con l’Argentina, il nostro secondo mercato”, mentre i dati sull’occupazione dovrebbero indicare la perdita di circa 20.000 posti a fine 2014, “ma ci aspettiamo una ripresa per l’inizio del 2016”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati