Calzatura italiana in lutto: a 77 anni scompare Vittorio Virgili. “Un imprenditore unico, un vero signore”

Oggi pomeriggio, alle ore 16, alla chiesa Collegiata di Sant’Elpidio a Mare (Fermo) si svolgeranno i funerali di Vittorio Virgili, 77 anni (nella foto), morto sabato pomeriggio all’ospedale di Civitanova Marche dov’era ricoverato. Imprenditore calzaturiero e fondatore dell’omonima azienda con sede a Sant’Elpidio a Mare, Virgili era malato da tempo. “Una grave perdita per tutti. Era un imprenditore unico, un vero signore, un saggio” sono le parole di Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici, che nel 2015 lo propose come presidente onorario dell’associazione. “Eravamo legati da una profonda stima reciproca. Una perdita non solo dal punto di vista imprenditoriale, ma soprattutto umano perché Vittorio era una persona di principi e valori. Per me è stato un onore stargli a fianco e gli sarò sempre grata per la fiducia e i consigli che mi ha dato. Era un punto di riferimento, un faro per tutti” conclude, commossa, Annarita Pilotti. Nel 2014 il calzaturificio Vittorio Virgili ha compiuto 50 anni. L’imprenditore lascia la moglie Giovanna e le tre figlie Monica, Roberta e Francesca che guidano il calzaturificio. (mv)
La redazione de La Conceria si unisce al cordoglio di familiari, colleghi e amici.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati