Caso Toolk: fine del presidio cinese, il braccio di ferro continua

Caso Toolk: fine del presidio cinese, il braccio di ferro continua

I terzisti cinesi hanno deciso di sospendere le manifestazioni davanti alla sede del calzaturificio Toolk di Monte Urano (Fermo). Fine del presidio, dunque. Ma il braccio di ferro continua. I creditori pretendono maggiori garanzie dall’azienda. La quale è in attesa della risposta del Tribunale di Fermo circa la sua proposta di ristrutturazione del debito. Il braccio di ferro…

ACCEDI PER CONTINUARE A LEGGERE

Scopri l’abbonamento che fa per te tra le nostre proposte

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati