CEC porta in Cina “i marchi europei di buona qualità”: accordo con la piattaforma Secoo

La piattaforma cinese Secoo.com diventa partner CEC (Confederazione Europea della Calzatura) con l’obiettivo di portare le scarpe di lusso in Cina. CEC ha confermato di aver firmato un accordo con la piattaforma cinese Secoo Holding Limited che riguarda oltre 100 marchi europei di calzature, in particolare di fascia premium. Cleto Sagripanti, presidente CEC, ha affermato durante una recente intervista che, “molti marchi europei di calzature hanno una buona qualità, ma non hanno accesso a mercati esteri in rapida crescita, come la Cina. Secoo diventerà un marchio membro della nostra organizzazione e ci aiuterà a trovare una soluzione ottimale. La piattaforma è già posizionata sui clienti cinesi di fascia alta, allo stesso tempo, ci permetterà di proteggere la nostra proprietà intellettuale”. Secoo detiene il 15,4% del mercato, nonché un quarto del mercato online di fascia alta in Cina, con 15 milioni di utenti registrati. Negli ultimi anni, secondo un’indagine di mercato dei prodotti di fascia alta in Cina, le scarpe hanno mostrato una crescita continua e sono diventate la seconda categoria di prodotti più venduti dopo le borse. Eric Chan, ceo del gruppo Secoo, era intervenuto nell’ultima assemblea CEC avvenuta lo scorso giugno a Venezia e aveva spiegato come “in Cina le vendite online di scarpe, nel 2016, siano cresciute del 22% su base annua e come l’80% dei consumatori complessivi di calzature abbiano fatto almeno un acquisto in internet”. L’accordo con CEC permetterà a Secoo di differenziarsi ulteriormente da competitor come Alibaba e Jd.com, puntando su un portafoglio di marchi di fascia premium. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati