Cina, -9,8% l’export di scarpe in pelle, cresce il sintetico

La Cina, nei primi dieci mesi 2012, ha esportato 700 milioni di paia di scarpe in pelle, con una flessione quantitativa del – 9,8%

Lo comunica Clia, l’associazione dell’area pelle cinese, precisando che il giro d’affari dell’export di leather shoes, pari a 9,1 miliardi di dollari, ha registrato una perdita inferiore, circa l’1,4%.
 

Complessivamente, l’export di scarpe prodotte in Cina ha visto in incremento del 2,4% in volumi, per un totale di 8,33 miliardi di paia, e del 10,9% in valore, 36,2 miliardi di dollari nel periodo considerato, a confermare la vocazione sempre più forte della calzatura di Pechino per i materiali economici (sintetico, gomma e tessuto).
Per quanto riguarda l’
import, si registra un aumento complessivo (+22,9% in valore, pari a 1,27 miliardi di dollari, e +23,9% in quantità) e anche nella tomaia in pelle, che costituisce la maggioranza delle importazioni cinesi, pari a 890 milioni di dollari per 18,7 milioni di paia, con un prezzo medio all’incirca di 50 dollari al paio.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati