Cina-Germania, le scarpe viaggiano su rotaia

Il trasporto merci via aereo tra Cina ed Europa è troppo costoso? Via nave impiega troppo tempo, come pure via gomma? Un’ottima soluzione è quella di optare per il trasporto su ferrovia, come dimostrano i dati relativi al primo semestre 2013 riguardanti il collegamento ferroviario (nella foto) tra Chongqing, metropoli della Cina centrale, e Duisburg, città della Germania centro-occidentale. Su questa tratta, attiva ormai da un paio di anni, tra gennaio e giugno sono transitati 2.627 container, che hanno coperto gli 11.179 km del tracciato in 16 giorni, ovvero venti giorni in meno rispetto ad un viaggio via nave partendo dagli scali portuali cinesi. Il trasporto su rotaia, che ha registrato un costo in discesa passando dagli 80 centesimi di dollaro pagati inizialmente per ogni chilometro ai 70 cents attuali, ha un costo pari ad appena un quinto del trasferimento via cargo aereo; inoltre, in questo modo la merce è soggetta ad un solo controllo doganale prima di raggiungere Duisburg. Il convoglio attraversa l’intera Cina fino al Kazakistan, entra poi in Russia, Bielorussia, Polonia sino a giungere a destinazione. Dalla Cina arrivano in Europa soprattutto prodotti di elettronica, chimici e farmaceutici, componenti di automobili, scarpe, vestiario. Al momento, ogni settimana uno o due treni merci coprono questo viaggio; entro la fine dell’anno ci saranno tre collegamenti settimanali, mentre ce ne sarà uno al giorno entro il 2014. Lo scorso 18 luglio, sempre per trasporto merci, aveva preso il via il collegamento diretto su rotaia tra Zhengzhou (provincia dello Henan) e Amburgo: per il 2014 si prevedono una cinquantina di treni su questa tratta. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati