Clarks annuncia 860 licenziamenti per “cogliere le opportunità”

Clarks annuncia 860 licenziamenti per “cogliere le opportunità”

Dopo aver incaricato alcune grandi società di revisione contabile, Clarks annuncia 860 licenziamenti circa. La mobilità non dovrebbe riguardare il reparto produttivo, ma solo gli uffici e il retail. Mercoledì 20 maggio sono già partiti i primi 160 licenziamenti, di cui 108 presso la sede del Somerset. Nei prossimi 18 mesi avverrà il licenziamento degli altri 700 dipendenti. “Ci sono opportunità entusiasmanti per la nostra attività – dichiara il CEO di Clarks, Giorgio Presca e dobbiamo prendere delle decisioni difficili per arrivarci” .

Clarks annuncia 860 licenziamenti

L’anno scorso, Clarks ha incaricato McKinsey di intraprendere una revisione della sua strategia di business. Qualche settimana fa Sky News ha riferito che gli azionisti della famiglia Clarks hanno scelto la consulenza di KPMG, mentre il team che gestisce l’azienda ha preferito Deloitte e i finanziatori PWC per valutare l’impatto di Covid-19 sul business. I licenziamenti rientrano nella strategia “Made to Last” varata alla fine del 2019.

Seguiranno assunzioni

La società britannica ha sottolineato che i licenziamenti saranno parzialmente bilanciati dalla creazione di circa 200 nuovi posti di lavoro. Presca ha affermato che il rinnovamento di Clarks comprende anche una nuova strategia del brand. I focus sono: sostenibilità, innovazione di prodotto, design, qualità e miglioramento digitale. “Abbiamo organizzato il portafoglio di marchi Clarks – conclude – in tre distinte unità aziendali, che rappresentano ciascuna un segmento unico del mercato delle calzature: Clarks Originals, Clarks, Collection e Cloudsteppers by Clarks”. In revisione c’è anche la rete di distribuzione. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati