Colpita da un fulmine, azienda padovana di accessori rinuncia alle ferie per continuare la produzione

Niente ferie alla Mimet Si, l’azienda di Villatora di Saonara (Pd) colpita da un fulmine nella notte tra il 12 e 13 giugno scorso e semidistrutta dal conseguente incendio. Il personale dell’azienda si è rimboccato le maniche e a meno di un mese dal rogo ha già ripreso quasi totalmente la sua attività: la produzione di accessori metallici di alta gamma per calzature, pelletteria e abbigliamento. Anselmo Giacometti e Adriano Schiavon, i soci titolari dell’azienda, insieme al personale (una trentina), appena tre giorni dopo l’incendio avevano ricominciato l’attività in un’altra sede e oggi molti dipendenti hanno accettato di rinviare le ferie estive per contribuire a rimettere in sesto l’azienda. I macchinari salvati dalla fiamme e quelli nuovi sono stati dislocati in due sedi provvisorie, nella zona industriale di Vigonovo nella Zip di Padova. La produzione continuerà senza interruzioni per tutto il mese di agosto, mentre nel capannone colpito dalle fiamme procedono i lavori di bonifica, che riguardano soprattutto il tetto. Entro l’anno lo stabilimento tornerà agibile. “Non abbiamo alcun timore del futuro. Anzi, andiamo avanti con ancora maggiore entusiasmo e determinazione di prima – afferma Adriano Schiavon – e consideriamo questo evento sfortunato come una sfida, che la Mimet vuole vincere a tutti i costi”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati