Il “comfort”, cos’è? CEC prova a spiegarlo a GDS Düsseldorf. E per una volta i Millennials non c’entrano

Tendenza comfort? Cioè? A chiarire i dubbi sul significato del termine “comfort” ci ha pensato CEC, la Confederazione Europea dell’industria della Calzatura, che oggi, a GDS Düsseldorf, presenterà i risultati di un sondaggio somministrato ai consumatori europei con il quale si è chiesto loro i bisogni e i desideri in termini di scarpe comode e alla moda. Se prendendo in considerazione il costante invecchiamento della popolazione, l’industria calzaturiera dovrà tenere conto del mercato degli over 50, essa dovrà anche considerare l’aspetto comfort nel produrre le scarpe. Aspetto che risulta al primo posto tra le richieste dei consumatori. Una grande maggioranza degli intervistati ha infatti indicato di avere problemi ai piedi, ma ha anche confessato le difficoltà nel trovare le scarpe adatte. Il sondaggio condotto da CEC fa parte del progetto europeo Erasmus+ e Fit to Comfort, progetto guidato dal Footwear Technology Center del Portogallo. Indicando quali sono le caratteristiche più rilevanti per i consumatori in una scarpa comfort, il sondaggio aiuterà a identificare le abilità necessarie al reparto produttivo e a inserirle nel programma di formazione professionale attraverso il quale il valore aggiunto delle calzature europea aumenterà, e i consumatori avranno una maggiore scelta di scarpe comode da selezionare e acquistare. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati