Crisi Lorbac, interviene la Regione Toscana

Gianfranco Simoncini, assessore regionale alle attività produttive, lavoro e formazione contatterà la proprietà del calzaturificio Lorbac di Castelfranco di Sotto (Pisa) per programmare, quanto prima, un incontro in sede regionale. A rischio ci sono 63 posti di lavoro diretti, un centinaio considerando lavoranti a domicilio e indotto. È quanto emerge dall’incontro che si è tenuto ieri in Regione, a cui hanno partecipato anche gli assessori provinciali Anna Romei (lavoro) e Graziano Turini (sviluppo economico), oltre al vicesindaco di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti, e alle rappresentanze sindacali e aziendali. Oggi a Pisa si tiene invece un incontro tra i rappresentanti legali dell’impresa e i sindacati, a seguire l’assemblea dei lavoratori. Lorbac è il più grande calzaturificio della provincia pisana, da oltre 40 anni sul mercato.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati