Elisabet: crisi comunicata ai fornitori

A marzo l’apertura del negozio di Pescara. Lo scorso 5 luglio la presentazione al Tribunale di Fermo della domanda per avviare la procedura di concordato preventivo con prosecuzione dell’attività. Il calzaturificio Elisabet di Monte Urano (Fm) ieri, attraverso una circolare inviata via mail, ha comunicato ai fornitori il suo stato di crisi informando che il Tribunale, con decreto dell’8 luglio, ha concesso 120 giorni per l’ufficializzazione di un piano di rilancio e la formulazione della proposta ai creditori. In base alla procedura, i crediti fino al 7 luglio non potranno essere pagati da Elisabet se non nell’ambito della procedura di concordato preventivo mentre quelli successivi, vista la richiesta di continuità aziendale, verranno pagati in base ai contratti che verranno stipulati. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati