Fallisce Lones, proprietaria di Fly Flot



Un altro crac eccellente per il settore calzaturiero, questa volta in Lombardia. Il Tribunale di Brescia ha bocciato la richiesta di ammissione al concordato preventivo presentato dalla Lones spa, proprietaria del marchio di calzature Fly Flot, dichiarando di conseguenza il fallimento societario. 

I giudici bresciani non hanno accolto il piano di risanamento finanziario proposto dalla famiglia Migliorati, supportata da un distributore di calzature veneto, che secondo i sindacati avrebbe garantito all’azienda sufficienti livelli produttivi per almeno tre stagioni.
Dopo il tentativo di aggregazione con la Valleverde di Coriano (Rimini) e la trevigiana Sanagens, sfumato nel 2011, Lones aveva presentato un progetto di ristrutturazione aziendale che prevedeva 150 lavoratori in esubero su un totale di 355. Nell’ultimo bilancio, presentato l’estate scorsa, Lones aveva riportato una perdita di esercizio pari a 12,3 milioni di euro, a fronte di un monte vendite vicino ai 41 milioni. Ultimamente in Lones si lavorava a ranghi ridotti, ma il fatto che gli impianti non si fossero mai fermati rappresentava una speranza per gli attuali 340 addetti. Oggi l’azienda è stata autorizzata all’esercizio provvisorio e martedì è previsto un confronto tra proprietà, lavoratori e sindacati, anche se il futuro si fa sempre più incerto. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati