False Hogan, due arresti a Caserta

Scoperta un’altra fabbrica di false Hogan in Campania, questa volta a Sant’Arpino, in provincia di Caserta. La compagnia della Guardia di Finanza di Capua ha smascherato l’attività abusiva condotta da due italiani, creata per gestire l’intera filiera di produzione, a partire dalla suola e lavorazione della tomaia, arrivando all’assemblaggio definitivo. Il tutto si svolgeva in un seminterrato di 200 metri quadri, protetto da un apposito sistema di videosorveglianza, che non è però bastato a fermare gli agenti. Sono stati sequestrati 15 macchinari tutti in funzione, 6 cliché di metallo recanti il marchio “H”, “Hogan” e “Hogan Interactive”, 200 paia di calzature già complete, pronte per essere immesse sul mercato e dotate persino di certificati di garanzia, circa 10 mila pezzi tra tomaie, suole, etichette, sacchetti e scatole complete con scritta “Hogan”, che avrebbero consentito la produzione di ulteriori 2 mila paia di calzature della nota griffe. I due responsabili di 36 e 40 anni sono stati processati per direttissima e condannati ad un anno di reclusione e 3 mila euro di multa oltre alla confisca di tutto il materiale sequestrato. Anche la titolare dell’immobile è stata denunciata per concorso in contraffazione. Ora le indagini si stanno concentrando sui canali di approvvigionamento delle materie prime e sui distributori finali del prodotto, senza dimenticare gli accertamenti patrimoniali sui proventi dell’attività illecita. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati