Fermano: 20 mila euro di multa a un tomaificio gestito da cinesi

Ancora controlli e irregolarità nei tomaifici del Fermano gestiti da cinesi (nella foto di repertorio, un tomaificio non in regola scoperto di recente a Macerata). Nello scorso weekend i carabinieri di Monte Urano insieme ai colleghi di Montegranaro, e a quelli del Nucleo ispettorato del lavoro di Ascoli Piceno, hanno fatto irruzione in un tomaificio di Monte Urano, segnalando alla autorità giudiziaria fermana la titolare, X.H., 33 anni, cittadina cinese, in quanto impiegava un suo connazionale privo di permesso di soggiorno. La stessa cinese è stata segnalata per omessa informativa sui rischi generici per la salute e la sicurezza sul lavoro, omessa formazione del personale sui concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione

aziendale, omessa realizzazione di idonea protezione antincendio e omessa pulizia e mancato adeguamento dei luoghi di lavoro. Complessivamente è stata elevata una sanzione amministrative di 20.000 euro.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati