Fermo: preoccupa l’occupazione, ma il distretto regge

Non è un quadro confortante, ma è comunque un distretto che regge quello della moda di Fermo, soprattutto se paragonato ad altre realtà marchigiane. Secondo i dati elaborati dalla Cgil di Fermo, nel primo trimestre 2013 fatturato e produzione sono scesi del 4,2% mentre l’export è salito dell’1,5%. A preoccupare è soprattutto l’occupazione. Il sindacato segnala 3.000 lavoratori iscritti alle liste di mobilità. Da gennaio a marzo sono stati assunti 710 lavoratori mentre 990 hanno perso il lavoro per fine contratto, pensione o altro, con un saldo negativo di 280 unità. Delle 710 assunzioni, 480 riguardano personale dipendente (70% nell’industria e 30% nei servizi), 60 sono interinali, 40 a progetto e 130 con altre modalità. Il settore moda occupa la metà degli addetti e di questi il 70% è impiegato nel settore della calzatura e indotto. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati