Filanto, otto a processo per truffa aggravata con fondi pubblici

Il gup di Lecce Carlo Cazzella ha rinviato a giudizio le otto persone coinvolte nell’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Antonio Negro legata alla Filanto Spa di Casarano. L’ipotesi di reato è di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni della Regione Puglia e dell’Inps, che si sono costituiti come parte civile. Tra gli imputati che compariranno in tribunale per il processo, che avrà inizio il 21 ottobre, Antonio Filograna Sergio e Maria Antonietta Filograna, figli del defunto patron Antonio, che hanno ricoperto rispettivamente le cariche di presidente del consiglio di amministrazione della Filanto e legale rappresentante del Consorzio. Secondo l’ipotesi accusatoria, che ha preso il via dalle indagini della Guardia di Finanza avvenute nel 2009, gli indagati avrebbero scorporato rami d’azienda della Filanto per consentire alle società satellite di ottenere indebitamente fondi pubblici. (mc)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati