Incentivi, flessibilità e non solo: il welfare aziendale di Artisans Shoes, hub calzaturiero di Prada

Premio economico di produzione, incentivo variabile, flessibilità sull’orario di lavoro, servizio mensa. È quanto prevede il Contratto Integrativo siglato da Artisans Shoes, calzaturificio di Montegranaro (Fermo) controllato dal gruppo Prada. Il rinnovo del contratto siglato prevede, per la prima volta, l’accesso a un premio economico fisso che, ben presto, diventerà una mensilità aggiuntiva annuale per i dipendenti. Non solo: visto che la sede fermana, per Prada, è capofila della produzione delle calzature da uomo, il risultato potrà essere esteso agli altri stabilimenti che il brand possiede in Italia. Come precisa CISL in una nota, “resta l’incentivo variabile, legato al raggiungimento di obiettivi fissati dall’azienda in termini di produttività, presenza individuale, puntualità nelle consegne, miglioramento della qualità e della redditività del gruppo”. Infine, il Contratto Integrativo prevede “un insieme di norme sulla flessibilità degli orari, sui permessi aziendali e sulla gestione delle specifiche esigenze del sito produttivo, nonché un’apertura importante nell’ottica della contrattazione di filiera”. Inoltre, dallo scorso giugno, è stato attivato il servizio mensa. Lo stesso sindacato commenta come questa decisione “nella realtà del territorio rappresenti un esempio di impegno da parte dell’azienda al fine di conciliare maggiormente i tempi di vita e di lavoro di lavoratori e lavoratrici”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati