La calzatura spagnola vola e abbassa i prezzi

Soltanto l’Italia perde quota tra le esportazioni della scarpa spagnola. I dati al 31 luglio evidenziano infatti un aumento generale dell’export, con il Portogallo in particolare evidenza (+40%), pur essendo caratterizzato da un prezzo medio di acquisto molto basso, 8,7 euro al paio (la metà della media spagnola, circa 16 euro). La Francia è prima in classifica e ottiene un incremento del 4%; la Germania, terza dietro l’Italia, mostra un progresso ancor più interessante, +10,7% in numero di paia e 5% in valore. Altri Paesi in evidenza sono Stati Uniti (+24% quantità e +15% valore), Giappone (rispettivamente +20,2 e +18,2%) e Russia (+27,8 e +41%). È evidente la direzione intrapresa dall’export: più paia, prezzi inferiori, a testimoniare una maggiore capacità di competere da parte degli spagnoli sull’articolo medio e medio/basso. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati