La moda dei tattooed accessories si diffonde e, dopo Tod’s, contagia le sneaker: ecco il progetto House of Future

Dalla pelle (umana) alla pelle (di borse e scarpe). Strumenti e inchiostri sono identici: così il tatuaggio diventa un trend anche nella moda. Nel 2014 fu Vans a personalizzare le slip-on con i disegni di 10 tatuatori di fama internazionale. Nel 2015, a Pitti Immagine Uomo, il brand Oxs/Linea Marche, presentò una capsule collection dello scarponcino Frank personalizzato dal tatuatore modenese Alle Tattoo, detentore di ben quattro Guiness World Record. Lo scorso giugno, sempre alle fiera fiorentina, ha fatto notizia lo stand di Oliver Sweeney grazie alla presenza di un tatuatore professionista che, dal vivo, realizzava le sue opere sulla tomaia di scarpe e stivaletti. L’idea dei tatuaggi ha conquistato anche Tod’s che, a settembre, per celebrare il re-opening del suo flagship store di Londra, ha lanciato una limited edition della borsa Double T tatuata da Saira Hunjan con figure mitologiche e fantastici animali. Il trend, ora, torna negli States dove la label di Los Angeles House of Future ha stretto una collaborazione con il Tattoo Temple di Hong Kong, tempio mondiale del tatuaggio (da notare: ha una lista di attesa fino al 2018). La collezione è formata da tre sneaker (Black Dragon, White Lotus e Black Lotus, nella foto) che costano online 120 dollari e raffigurano tre opere originali del Tattoo Temple realizzate utilizzando un pennello con inchiostro ad acqua. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati