La scarpa a San Mauro Pascoli? “Scarsamente vivace” dice Camera di Commercio. Bene solo chi esporta

Distretto della scarpa di San Mauro: bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Questione di punti di vista. Di certo una “sentenza” il 2016 l’ha data, e anche chiara: cresce chi punta tutto sull’export. A dirlo è l’ultimo Rapporto della Camera di Commercio della Romagna nel focus dedicato al calzaturiero. Un settore “ancora caratterizzato dalla scarsa vivacità”, si legge, tanto che le imprese che hanno dichiarato un andamento positivo nel quarto trimestre sono passate dal 38,1% al 26,3%, mentre quelle che hanno riscontrato una diminuzione della produzione sono salite al 68,4%. Più in generale la produzione lo scorso anno è calata dell’1,5%, così come il fatturato: -2,8%. La domanda è diminuita nel mercato interno del -3,4%, al contrario quella estera è cresciuta del +2,1%. In crescita anche il numero degli addetti del 4,1%. (ff)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati