L’avventura artistica del Calzaturificio Fiorangelo: coinvolgere lo street artist Gola Hundun e aprirsi a nuovi orizzonti

Non solo Russia (passata a generare dall’80 al 25% del fatturato). Non solo i modelli classici. Per esplorare nuovi mercati e per abbracciare un mondo più urban, la seconda generazione del calzaturificio marchigiano Fiorangelo, fondato nel 1976, ha varato un progetto che vede protagonista l’arte contemporanea. La collezione Fiorangelo City Mood è un’edizione limitata di calzature femminili, progettata e realizzata in Italia, la maggior parte in pelle. È stata ispirata dallo street artist italiano Gola Hundun, noto per sviluppare i temi della natura. Il progetto, coordinato dall’impresa marchigiana PopUp Studio, ha conquistato il primo posto al bando della Regione Marche sulle “Filiere culturali e creative” e (per questo) è finanziato con i fondi FESR. I disegni realizzati appositamente da Gola Hundun sono intrecci di piante rampicanti, foglie e fiori accompagnati da un’esplosione di tonalità molto accese e sature, tipiche dell’artista. “Abbiamo voluto diversificare produzione e mercati e abbiamo scelto l’arte contemporanea per farlo. Abbiamo individuato l’artista con cui abbiamo lavorato per molto tempo, soprattutto per rendere realizzabili le sue idee. Per noi è stata una grande opportunità di crescita” ci spiegano i fratelli Claudia e Riccardo Cesetti (nella foto, a destra), titolari del calzaturificio Fiorangelo. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati