Le Reed Krakoff di Michelle Obama? Sono prodotte in Riviera del Brenta

Avevamo scritto ieri (http://mdplaconceria.blogspot.it/2013/01/thom-browne-e-j-crew-per-michelle-al.html) che gli stivali indossati da Michelle Obama in occasione del giuramento per il secondo insediamento alla Casa Bianca del marito Barack Obama (nella foto), erano firmati Reed Krakoff. Sappiamo ora chi li ha prodotti: il calzaturificio Valbrenta, con sede a Galta di Vigonovo (Ve), in Riviera del Brenta.
“Queste soddisfazioni sono gratificanti per il lavoro che portiamo avanti ogni giorno, con passione e tanta fatica. Ci aiuteranno a fare di più e ancor meglio” commenta Lieta Smajato, la cui famiglia è saldamente alla guida del calzaturificio, fondato negli anni ’60 dai cinque fratelli Mario, Italo, Marcello, Benito e Arnaldo. L’attività viene oggi portata avanti dalla seconda generazione nello stesso sito produttivo di Galta.
Valbrenta, che produceva inizialmente con proprio marchio, ha in un secondo momento avviato collaborazioni con grandi firme del lusso quali Prada, Bruno Magli (poi cessate) e ora con il marchio Reed Krakoff, fondato dall’ex a.d. di Coach, riuscendo a qualificare ulteriormente il livello qualitativo dei propri manufatti. “Stiamo ora verificando la possibilità di collaborazione con un nuovo brand importante e che ci permetterà di innovarci, rimettendoci in discussione” comunica l’azienda, che non ha smesso di credere nel proprio marchio e che dalla scorsa stagione ha raddoppiato gli investimenti, lanciando una nuova linea di scarpe femminili comode e calzanti, Astoria. Valbrenta produce circa 80 mila paia l’anno e occupa oltre 40 dipendenti.
Sulle scarpe indossate da Michelle Obama durante la cerimonia di giuramento, Lieta Smajato rivela: “Sapevamo che erano per lei, ma non pensavamo sarebbero state indossate in un’occasione così importante. Ne avevamo prodotte 4 paia. Si tratta di uno stivale alto sopra il ginocchio, numero 41, in parte velour stretch e in parte nappa”. (a.g.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×