L’ex Golden Lady riparte dalle suole

Se a Gissi (Pescara) la riconversione dalle calze (Golden Lady) alle calzature (Silda Invest) è fallita, quella verso le suole (Sdg) sta proseguendo come da programma a Basciano (Teramo), nonostante sia la Silda che la Sdg facciano capo alla stessa azienda: il calzaturificio Del Gatto di Porto Sant’Elpidio. Infatti a Basciano, in uno stabilimento in disuso della Golden Lady, la Sdg ha finora riassorbito 40 dipendenti messi in mobilità dal colosso delle calze e a settembre ne assumerà altri dieci, con l’obiettivo di arrivare a quota 100 entro un anno, così come prevede l’accordo già siglato tra Sdg e sindacati. È stata avviata la produzione di suole in gomma e di solette; a settembre, terminato il periodo di formazione per i dipendenti, inizierà la parte in cuoio. Venerdì scorso si è tenuto un incontro in Confindustria con il direttore dello stabilimento, Gianluca Stizza, per fare il punto della situazione. Secondo i sindacati, “I due progetti poggiano su presupposti diversi. A Gissi il progetto puntava sulla formazione on the job, ma non sono arrivati i contributi dal governo e dalla Regione Abruzzo. A Basciano non c’erano finanziamenti, ma a detta dell’azienda l’investimento poggia solo sulle commesse. Sdg sostiene di aver acquistato altri sei macchinari ed è alla ricerca di locali in zona per aprire un outlet dove vendere calzature dell’azienda madre”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati