Nessun spiraglio per Lorbac, destinata a chiudere

Il calzaturificio Lorbac, la realtà più grande del settore in provincia di Pisa, marchio storico e di qualità che da oltre 40 anni è radicato nel territorio, ha deciso di cessare la propria attività, richiedendo il concordato fallimentare e annunciando i temuti licenziamenti. L’occasione è stata la riunione convocata in Regione su richiesta delle organizzazioni sindacali e del Comune all’indomani dell’annuncio dell’azienda. Come già raccontato nei giorni scorsi, sarebbero coinvolti 63 dipendenti diretti, 19 lavoratori a domicilio oltre a una trentina di persone dell’indotto. Comune e Provincia hanno espresso la più convinta e totale vicinanza a questi lavoratori. “Lavoreremo con tutti i soggetti interessati, dipendenti, organizzazioni sindacali, istituzionali per far fronte alla difficile situazione – affermano i rappresentanti degli enti – mentre riconosciamo molto positivamente l’attenzione posta dalla Regione con l’incontro svoltosi lunedì scorso, non possiamo che esprimere profonda preoccupazione e condannare il metodo con cui si è giunti alla affermazione di chiusura della azienda senza il necessario coinvolgimento dei soggetti istituzionali e sindacali”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati