Non è tutto virtuale il successo di Chiara Ferragni: dietro le sue scarpe c’è l’artigianalità (pugliese) di Mofra Shoes

Potenzialità del web e abilità manuali: due fattori che, sommati, stanno determinando il successo della linea calzaturiera di Chiara Ferragni. La fashion blogger di Cremona, di recente accolta dalla Harvard Business School per tenere una lezione sul modello di business, dal 2014 a oggi ha quasi triplicato il suo fatturato, arrivando l’anno scorso a quota 20 milioni di euro, circa 8 dei quali derivanti dal giro d’affari della calzatura. Numeri tutto fuorché virtuali, che alle spalle hanno l’artigianalità pugliese di Mofra Shoes. L’azienda barlettana (fondata 60 anni fa dalla famiglia Morgese), infatti, è il referente produttivo della blogger da (oltre) 6 milioni di follower, per la quale produce tutte le collezioni. Un successo “indotto” che di recente ha richiesto anche un intervento legale. Mofra, infatti, si è dovuta rivolgere al Tribunale di Milano (che le ha dato ragione), per lamentarsi della “commercializzazione ad opera di un’azienda italiana di magliette sulle quali era impressa rispettivamente l’immagine di un occhio chiuso e di un occhio aperto, grafica identica a quella della collezione Flirting”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati