Nonostante Covid il trimestre della scarpa vietnamita è ok, ma…

Nonostante Covid il trimestre della scarpa vietnamita è ok, ma…

Nonostante Covid, i calzaturifici del Vietnam hanno chiuso un ottimo primo trimestre 2020, ma ora temono il rallentamento degli ordinativi dagli USA. E quindi, chiamano a raccolta i clienti americani. Secondo i dati riportati da Hanoi Times, nel 2019, l’export calzaturiero vitenamita è stato pari a 18,3 miliardi di dollari, in crescita del 12,8%.

Nonostante Covid

E gli Stati Uniti sono rimasti il principale mercato di riferimento con acquisti del valore di 6,65 miliardi di dollari, pari al +14,2%. Driver: la guerra commerciale tra Trump e Pechino. Il trend positivo è proseguito anche nei primi tre mesi del 2020. Per il portale Vietnamplus, che riporta dati doganali, nel primo trimestre 2020, nonostante Covid, l’export di Hanoi verso Washington ha raggiunto 1,56 miliardi di dollari, crescendo del 10%.

Preoccupazione e promozione

Tuttavia, la scarpa vietnamita ha espresso preoccupazione per il futuro perché la pandemia, ben controllata dal governo di Hanoi, sta provocando gravi ripercussioni economiche negli States. Oltre a una riduzione complessiva degli ordini, molti importatori USA hanno anche annullato gli ordini esistenti. Quindi, in attesa del giorno in cui il virus sarà sotto controllo, il Vietnam si sta muovendo con attività promozionali nei confronti dei clienti USA. Dal 28 al 30 maggio, 60 importatori americani discuteranno delle opportunità di cooperazione con 80 partner vietnamiti durante una videoconferenza organizzata dalle autorità del Vietnam in collaborazione con l’associazione dei distributori e rivenditori statunitense FDRA. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati