Nuove professioni: per l’Autenticatore di Sneaker conta (anche) l’odore

Un giovane appassionato di scarpe sportive può trasformare la sua passione in lavoro. Come? Diventando autenticatore di sneaker. Si guadagnano circa 30.000 euro all’anno, con prospettive di aumento e possibilità di carriera grazie all’effetto combinato delle crescenti vendite online e alla proliferazione dei siti di rivendita. Sono proprio questi ultimi, soprattutto, a dover certificare ai propri clienti che le scarpe poste in vendita siano originali e mai indossate. Ma in cosa consiste il “lavoro dell’autenticatore di sneaker”? Fashion United lo ha chiesto ad Adriano Arpino, che svolge questa nuova professionale per il reseller StokX. “Bisogna verificare che le misure delle scarpe corrispondano effettivamente a quelle dell’annuncio. Si parte dall’analisi della scatola, mentre l’odore è importante: quelle false hanno generalmente un odore molto forte dovuto all’utilizzo di colle e altri materiali. Poi ci sono modelli che, se sono autentici, hanno un odore inconfondibile, come le Jordan Air 1, per esempio. Anche la suola va verificata bene per vedere se è autentica e se il prodotto è stato utilizzato o no”. Adriano verifica circa 50 paia di sneaker ogni ora nella sede di Londra dove, a ottobre 2018, StokX ha aperto il primo Authentication Centre europeo. (mv)
Immagini tratte da twitter.com/stockx.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati