Osservatorio su mancati pagamenti, allarme rosso per la calzatura marchigiana

A preoccupare sono soprattutto le Marche, la provincia di Fermo in particolare, nell’annuale Report dei mancati pagamenti delle imprese italiane, analisi curata da Euler Hermes Italia, società di assicurazione crediti. Secondo lo studio relativo al 2013, nel Fermano e a Macerata il distretto calzaturiero registra un incremento doppio della severità (l’importo medio dei mancati pagamenti). La provincia di Fermo è al terzo posto nelle province “Top Five” italiane in quanto la severità ha fatto registrare +100% verso il 2012 e il +200% rispetto ai livelli 2007. “Calzaturiero e meccanica spingono verso l’alto i valori medi degli insoluti” spiega la ricerca. La frequenza (numero dei mancati pagamenti) invece è diminuita del 32%. In Veneto, a Vicenza “i segnali di un miglioramento nei debiti non onorati arrivano dalla concia e dall’abbigliamento, soprattutto sui mercati esteri”. In Toscana, a Firenze “migliorano i settori del cuoio e pellame e le calzature mentre a Pisa calzature e concia registrano insoluti in crescita a doppia cifra. Buone le previsioni perché risultano ancora in fase positiva la pelletteria e i calzaturifici”. In Campania, a Napoli sono migliorati abbigliamento e calzature. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati