Partito il progetto di Google per i distretti

Aumentare l’export grazie al web, diffondere la cultura della innovazione e favorire la digitalizzazione dei distretti industriali. Sono gli obiettivi di “Distretti sul web”, progetto per il quale Google ha messo a disposizione 120 mila euro per finanziare 20 borse di studio in collaborazione con Unioncamere, che è concretamente partito a Salerno in questi giorni. Il progetto si propone di sensibilizzare e formare le Pmi appartenenti a 20 distretti sulle opportunità offerte dal web mettendo a loro disposizione le competenze di 20 giovani che sono stati selezionati e che lunedì prossimo inizieranno a lavorare nella Camere di Commercio territoriali per avviare un proprio percorso di educazione al digitale delle Pmi. Per il distretto calzaturiero marchigiano, la scelta è caduta su Cristina Fabi, 29 anni, di Sant’Elpidio a Mare, in provincia di Fermo, che dovrà mettere le proprie competenze al servizio dell’innovazione e dell’internazionalizzazione del tessuto produttivo locale. In particolare su come il web contribuisca alla salute delle aziende che aumentano le loro vendite all’estero. Le Pmi attive in rete infatti hanno registrato una crescita media dell’1,2% dei ricavi negli ultimi tre anni. Il binomio export-Internet si conferma una miscela ad altissimo potenziale per il sistema-paese e in questo senso il valore dei distretti industriali diventa fondamentale. (m.v.)