Pisa, crolla l’export calzaturiero

Le esportazioni dei calzaturifici della provincia di Pisa, nei primi nove mesi dell’anno, sono crollate del 28,9% rispetto allo stesso periodo 2013. Cause: lo stallo del mercato interno, la crisi russa, una ulteriore contrazione del mercato dell’Europa continentale. Fronti negativi che non sono stati compensati dal parziale ritorno all’acquisto del mercato statunitense. Risultato: ritorno ai picchi del 2005 del ricorso agli ammortizzatori sociali.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati