Presunta evasione ma capo d’imputazione incompleto: niente processo per Lino Fornari

Capo di imputazione incompleto: con questa motivazione il giudice del Tribunale di Macerata Vittoria Lupi ha rinviato alla Procura gli atti di una presunta evasione fiscale da 4 milioni di euro compiuta tra il 2007 e il 2009 da un’azienda del Portogallo. Come riporta il sito cronachemaceratesi.it gli imputati sarebbero cinque, tra cui l’imprenditore civitanovese Lino Fornari, Elena Minnetti e Caterina Aimone e i portoghesi Rosana Maria De Freitas Rodrigues e Luiz Augusto Teixeira De Freitas. Secondo il pm Rocco Dragonetti i cinque sarebbero coinvolti, a vario titolo, nella presunta evasione fiscale che avvenne nel 2007 per circa 2 milioni di euro; nel 2008 per circa un milione e 305mila euro e infine nel 2009 per circa 964mila euro. Capo di imputazione incompleto perché il giudice ha riscontrato che non veniva specificato, ad esempio, chi fosse il soggetto autore della presunta evasione fiscale. Ora la Procura dovrà rivedere gli atti e riformulare il nuovo capo di imputazione.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati