Quelle strane “visite” al calzaturificio La Manuelita

Per tre volte in sei giorni il calzaturificio La Manuelita di Grottazzolina è stato visitato dai ladri, che però hanno portato via solamente un computer. Qual era il loro obiettivo? Su questo si interrogano gli inquirenti, che si trovano di fronte una banda specializzata che ha agito con estrema tranquillità, a volto scoperto (ma coprendosi il viso con le braccia), indossando i guanti e senza commettere errori evidenti. E’ accaduto tutto alla fine di agosto, con le ripetute intrusioni riprese dalle telecamere dell’impianto di sorveglianza dell’azienda, le cui campane per l’allarme sono state disinnescate con una speciale sostanza incolore, difficilmente individuabile. La banda si è introdotta all’interno del capannone da un lucernario posto sul tetto del fabbricato ma sia nella prima che nella terza visita non ha portato via niente. Dopo la seconda visita, invece, è sparito un computer. Per il resto, almeno stando alle prime ricostruzioni, nessun prodotto è stato trafugato. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, che hanno avviato le indagini. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati